Inunum Ensemble Musica antica

35^ RASSEGNA MUSICHE

Mercoledì 24 luglio 2024

Tonadico - Chiesa S. Antonio Monastero delle Clarisse Cappuccine - ore 21.00

InUnum ensemble

Elena Modena - voce, arpa medievale, lyra, viella grande

Ilario Gregoletto - organo portativo medievale, claviciterio, flauti diritti, ance


Strumenti copie di:

Paolo Zerbinatti (San Marco di Mereto di Tomba, Udine), Marco Ottone (Velletri, Roma), Marco Salerno (Ordis, Girona, Spagna) Philipp Bleazey (Lancaster, Lancashire, Inghilterra), Pavel Číp (Cechia), Francesco Gibellini (Modena).

InUnum ensemble è sorto nel 2003 per la divulgazione del repertorio medievale, in particolare la produzione polifonica sacra dal XII al XV secolo; fa capo al Centro Studi Claviere di Vittorio Veneto (TV). L'ampia formazione accademica di tutti i componenti include studi compiuti di canto medievale, vocalità funzionale, prassi esecutiva con strumenti antichi, musicologia, paleografia.

L'ensemble si produce abitualmente in area italiana presso luoghi sacri di rilievo artistico e pregnanza spirituale. Fra i programmi, Carols: la danza nel repertorio sacro e cerimoniale del tardo Medioevo; Ave, donna santissima; O quam mirabilis: archetipi sonori nel repertorio monodico e polifonico medievale; Il suono mistico; Monos. Alle radici del canto sacro; Mundi renovatio; Stella cæli. Sete di luce sul mondo.

La ricerca dedicata a Hildegard von Bingen ha dato forma ai programmi multimediali, unici nel loro genere, L'invisibile rivelato: il manifestarsi della santità profetica di Ildegarda di Bingen, sulla proiezione integrale delle miniature del Lucca-Kodex (ms. 1942, Biblioteca Statale di Lucca), e Aurea materia, sulla proiezione di miniature dallo Scivias-Kodex (Bingen (D), Abtei St. Hildegard). L'ensemble ha curato in formazione a due la registrazione del CD Divina dulcedo et laudatio, annesso alla stampa degli Atti del Convegno Mistica, Musica e Medicina. Ildegarda fra il suo e il nostro tempo (Vittorio Veneto, 22‑23 settembre 2012), e del CD Il canto di Ildegarda (2020); in formazione a quattro ha prodotto per TACTUS il CD La legenda di Vittore e Corona (2021).

Elena Modena laureata in Lettere con menzione di stampa, diplomata in Prepolifonia, Composizione, Organo, Clavicembalo e basso continuo, Pianoforte, è specializzata in Canto Funzionale al Lichtenberger Institut für angewandte Stimmphysiologie (Darmstadt). Ha inciso come strumentista per Rivoalto (Duo Claviere), come cantante per Tactus ((Ensemble Oktoechos; I Cantori di San Marco), Concerto e Amadeus (Cappella Marciana). Ha tenuto concerti in Italia e in Europa. Dal 2016 è in organico (soprano solista) nella Cappella Marciana, Basilica di San Marco, Venezia. Autrice per Aracne di L'altrOrfeo. Considerazioni analitiche sulla vocalità (2009) e di Strumenti musicali antichi a raccolta (2010), ha contribuito alla Guida alla Musica Sacra, edita nel 2017 da Zecchini, con il capitolo dedicato alla polifonia medievale. Cultore della materia presso l'Università Ca' Foscari, Venezia, è direttore artistico del Centro Studi Claviere di Vittorio Veneto (TV), per progetti musicali e interdisciplinari di rilevanza nazionale: La via al Santuario. Itinerario musicale, poetico e di conoscenza; Mistica, Musica e Medicina (ciclo di convegni nazionali); Incontri sul Benessere Vocale; Universo Voce; Meditare il Sacro.

Ilario Gregoletto. Nato a Vittorio Veneto, insegnante e concertista, si è diplomato in Pianoforte e Clavicembalo con studi in Organo e in Strumenti antichi a fiato al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. Ha tenuto oltre un migliaio di concerti in Italia e in Europa, anche in collaborazione con prestigiose istituzioni. Fondamentale la collaborazione con Elena Modena: insieme a lei si dedica da anni al repertorio antico e medievale interpretato con strumenti dell'epoca.

Già insegnante di ruolo in Clavicembalo al Conservatorio J. Tomadini di Udine, ha tenuto corsi di prassi esecutiva e di storia degli strumenti musicali antichi in ambito universitario. Ha inciso una ventina circa di CD per Rivoalto, Tactus e Brilliant, con strumenti copie e originali, in particolare clavicembali e fortepiani appartenenti alla propria raccolta. Particolare riscontro dalla critica specializzata hanno avuto i 4 CD dedicati all'incisione di 25 Sonate per cembalo solo di Baldassarre Galuppi, e l'incisione integrale nel 2006, di un cofanetto di quattro CD della Brilliant con i Quintetti op. 56 e op. 57 di Luigi Boccherini per fortepiano e quartetto d'archi.

PROGRAMMA

LA MUSICA DI ILDEGARDA DI BINGEN


https://www.calendula.events/e/4255/inunum-ensemble
Top